16/01/2011
Grande Rocheuse
Late to say i’m sorry
Con il rialzo termico, dovendo fare di necessità virtù, lo sguardo volge all’alta montagna e alle goulottes.
In questi giorni di bel tempo stabile con Nik, Giampy e Sofy abbiamo deciso di pernottare al “Grand Hotel” des Grands Montet e poi decidere in base alla voglia e alle condizioni cosa fare.
Giampiero e Sofia si dirigono alla bella e classica Ravanel Frendo alla Tour Carré, io e Nicolas decidiamo di dirigerci sulla Grande Rocheuse lungo la via “Late to say i’m sorry”.

La prima salita la si deve a Rober Jasper e Jorn Heller nel febbraio del 1994. Originariamente quotata V 5+, 5c e A2, oggi la si può salire con la tecnica del dry tooling. In ogni caso il tiro di 5c A2 si sale abbastanza facilmente in artificiale, ma non bisogna scordarsi di qualche chiodo a lama per l'uscita.

Talvolta, il tiro di roccia e artif si può evitare per una placca ricoperta da ghiaccio/neve fine che parte dalla sosta alla base del tiro e sale rettilinea.


  scarica la scheda tecnica










Grazie a tutti per gli auguri ? Sempre più vecchio ma le ravanate che mi piacciono son sempre le stesse ?