13/07/2013
Aiguilles du Diable - traversata per cresta
Una delle top 10 del Monte Bianco

Era tanto che non combinavamo una gita con Marc e Anne. La settimana scorsa ricevo un loro messaggio che mi dice che sono diretti al Rifugio Torino dove hanno intenzione di salire le Aiguilles Marbrées e la Nord della Tour Ronde per testare la schiena di Marc, reduce da una brutta ernia. Tutto si svolge nel migliore dei modi, e sono contento perché si vedono i risultati di tante uscite insieme e del percorso formativo che abbiamo fatto. Era tanto che parlavamo di questa Nord della Tour Ronde e mi fa piacere che siano riusciti a farla in autonomia senza problemi. Al loro rientro ricevo un altro messaggio: « Enrico, es tu libre pour une grande course la semaine prochaine? ». E come no?!?!?! Tra le tante idee abbiamo scelto les Aiguilles du Diable, di sicuro una bella challange per loro ma bisogna spingere un po’ il limite per imparare (in un ambito formativo!!!!). Unico dubbio era che non avevano scalato molto di recente, ma confidavo nella loro conoscenza, e nella loro esperienza in alta montagna. Tutto si è svolto nel migliore dei modi. Fino alla Pointe Chaubert siamo stati nei tempi previsti poi l’esposizione della via ha rallentato "gli animi" (e l’andatura) ai due francesi e abbiamo impiegato un po’ più del tempo normale. Ma la giornata era splendida come da previsioni e non c’era davvero motivo di stressarsi. Anzi, il tardo arrivo in vetta ha avuto il pregio di lasciarci ammirare il panorama da soli. 

Bravi Marc e Anne, avete ancora una volta dimostrato di avere una grande passione e di essere all’altezza, anche se è stata dura. Ora la Kuffner in autonomia vi attende, oggi avete aggiunto un altro importante tassello al vostro percorso formativo!

 

Si ringraziano gli sponsor Patagonia, Baroli Sport e Scarpa per il  materiale fornito.

 



Bellezza
    


  scarica la scheda tecnica